Română | Italiano
HomeNotizie201814 Gennaio: L'armonia delle tradizioni nella Liturgia dei popoli
Archivio foto
Anno: 2019 » Evento: Il pellegrinaggio della parrocchia dei Santi Tre Gerarchi, Roma Nord a Collevalenza » Titolo: 11600.jpg

Anno: 2019

Evento: Il pellegrinaggio della parrocchia dei Santi Tre Gerarchi, Roma Nord a Collevalenza

Titolo: 11600.jpg

Notizie

L'armonia delle tradizioni nella Liturgia dei popoli

L'armonia delle tradizioni nella Liturgia dei popoli

In occasione della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, celebrata dalla Chiesa il 14 Gennaio a Forlì, la Liturgia dei Popoli ha avuto luogo nella basilica di San Mercuriale, segno dell’Unione pastorale del centro storico. La Liturgia è stata presieduta dal vescovo di Forlì Bertinoro, Mons. Lino Pizzi, che ha concelebrato con i sacerdoti di diverse comunità, presenti nella Diocesi. Romeni, polacchi, africani francofoni ed anglofoni, ucraini, filippini, pachistani, eritrei hanno letto le letture ed eseguito canti nelle rispettive lingue.
Prima della Benedizione finale, i sacerdoti rappresentanti delle Comunità etniche hanno donato al Vescovo un costume regale della Costa d’Avorio affinché lo usasse una volta in pensione.
La Parrocchia “I Santi Arcangeli Michele e Gabriele” ha partecipato con gioia a questa Liturgia dei Popoli in cui sono apparse integrate in armonia le tradizioni dei diversi popoli. Indossando il costume nazionale, due fedeli si sono recati in processione con un’icona della Madre del Signore ed un “colac” (ciambella) tradizionale. Le giovani indiane indossavano i costumi tradizionali. Hanno portato l’incenso all’altare, muovendosi in una danza sacra. Il canto di comunione è stato eseguito dai parrocchiani della nostra Chiesa.
Il pranzo comunitario al termine della celebrazione, è stato seguito da un momento di festa con canti e danze tipiche. I bambini della nostra parrocchia erano presenti con la “sorcova” (ramoscello) e il “pluguşorul”(piccolo aratro). Ai presenti è stato spiegato il significato di questo modo di porgere gli auguri. La nostra parrocchiana, signora Ramona Chiorean interprete di musica popolare, ha presentato una serie di canti popolari, riuscendo ad unire nel ballo detto “hora” le differenti etnie assieme con il parroco ospite don Enrico Casadio.
È una grande ricchezza quando ciascuno porta la propria esperienza e la offre agli altri. Le Comunità presenti hanno manifestato il desiderio di continuare l’itinerario come comunità di fede e di amore.
          
Traduzione in italiano: prof. Giuseppe Munarini
Claudia David

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.