Română | Italiano
HomeNotizie20183 Aprile: Domenica delle Palme nella Parrocchia San Salvatore delle Coppelle di Roma
Archivio foto
Anno: 2019 » Evento: La Festa Naţionale della Romania e cinque anni dalla fondazione della Comunità Romena Catt. di rito bizantino » Titolo: 11590.jpg

Anno: 2019

Evento: La Festa Naţionale della Romania e cinque anni dalla fondazione della Comunità Romena Catt. di rito bizantino

Titolo: 11590.jpg

Notizie

Domenica delle Palme nella Parrocchia San Salvatore delle Coppelle di Roma

Domenica delle Palme nella Parrocchia San Salvatore delle Coppelle di Roma

Nella Domenica delle Palme, il 1° Aprile 2018, l’Ambasciatore di Romania in Italia, George Bologan, ha partecipato accanto alla Comunità greco-cattolica di Roma alla Liturgia celebrata nella Chiesa del Santissimo Salvatore alle Coppelle dal parroco p. Daniel Vereş. La Chiesa, situata tra il Pantheon e Piazza Navona, è uno dei centri più antichi della spiritualità romena in Italia; è stata il luogo d’incontro dei membri della Diaspora prima del 1990, formati da intellettuali ed esponenti della vita politica dell’Esilio.
Il Diplomatico romeno, nel suo messaggio rivolto ai fedeli, ha sottolineato l’importanza del contributo di ogni cittadino per edificare la coscienza nazionale dell’immagine del Paese e della percezione sulla comunità romena. Sua Eccellenza ha esortato i genitori ad infondere ai propri figli l’amor di Patria e la curiosità per la storia del popolo romeno, al fine di generare l’energia interiore che sta alla base del patriottismo autentico, profondo ed inquadrato nel contesto europeo. Coltivando la responsabilità, l’onore e la dignità, ciascuno può contribuire alla costruzione solida di una Romania migliore, più monda e più forte, secondo il modello degli avi che si sono impegnati, talora con molti sacrifici, per l’ideale nazionale 100 anni or sono.
L’Ambasciatore Bologan ha ricordato il significato delle Feste di questo periodo dell’anno, Feste che sono momenti di gioia e di speranza. Egli ha sottolineato ancora ai presenti la bellezza e l’atmosfera del vivere le feste nel villaggio romeno, delle tradizioni che mettono in rilievo l’umanità, l’etica e lo spirito della nazione, che si rispecchia nella poesia A Pasqua, di George Coşbuc: “Quanto è bello quando nel villaggio, Scendon i cristiani taciti a valle! E due di loro incontrandosi per via/ Si dicon: Cristo è risorto”!
          
Traduzione in italiano: prof. Giuseppe Munarini

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.