Română | Italiano
HomeNotizie201811 Novembre: Festa patronale della Parrocchia romena di Forlì e il Centenario della Grande ...
Archivio foto
Anno: 2018 » Evento: Celebriamo il Centenario della Grande Unione dei romeni, onoriamo i valori della Romania » Titolo: 11026.jpg

Anno: 2018

Evento: Celebriamo il Centenario della Grande Unione dei romeni, onoriamo i valori della Romania

Titolo: 11026.jpg

Notizie

Festa patronale della Parrocchia romena di Forlì e il Centenario della Grande Unione 1918'2018

Festa patronale della Parrocchia romena di Forlì e il Centenario della Grande Unione 1918'2018

Quest’anno, Domenica 11 novembre 2018, insieme alla festa patronale “Santi Arcangeli Michele e Gabriele” e di tutti i celesti poteri sotto la protezione dei quali ci mettiamo tutti i romeni, la parrocchia di Forlì ha festeggiato il 16 (sedicesimo) anniversario dalla celebrazione della prima Santa Messa per i romeni di Forlì e anche il Centenario della Grande Unione del 1918. Ci siamo rallegrati ad essere insieme più di 200 romeni da tutte le regioni del paese: dalla Moldavia, dalla Transilvania e dalla Valacchia.
Uniti dall’anima romena, ovunque ci trovassimo e ovunque la vita ci portasse, abbiamo festeggiato 100 anni dalla perfezione del sogno di secoli dei romeni: essere un unico popolo, avere un unico paese!
Alla Santa Messa hanno partecipato insieme ai fedeli della Parrocchia “Santi Arcangeli Michele e Gabriele” anche i fedeli delle parrocchie “La Fonte vivificante” di Cesena e „Sant’Andrea” di Mirandola. Hanno concelebrato i due parroci – padre Mihai David e padre Ioan Feier - in un’ atmosfera di grande allegria spirituale.          Dopo la celebrazione della Divina Liturgia, i due sacerdoti hanno dato la benedizione con l’acqua santa e ci siamo avvicinati, dai più piccoli ai più grandi, con devozione alle Reliquie della Santa Croce, di Santi Anna e Gioacchino genitori della Beata Vergine Maria e il Manto della Madonna.
Come degni Romeni che promuovano la lingua, la tradizione e l’identità romena nella Diaspora Romena in Italia, gli angiolini della parrocchia hanno sostenuto un programma artistico dedicato al Centenario. Vestiti con costumi tradizionali romeni hanno trasmesso “Buone parole dalla Romania per la Diaspora”.
Emozionando il pubblico, hanno cantato “Si sente voce oltre i Carpazi” spronandoci alla fratellanza e all’unità, alla dignità di essere Romeno coraggioso, onesto e con la fede in Dio.
Hanno recitato “La lingua romena” di George Sion e hanno cantato “Là è il mio paese” di Tudor Gheorghe e alla fine “Il Paese” di Andrei Păunescu, rivelando l’importanza dell’unità.
L’agape è stata animata dagli interpreti di musica popolare originari dalla Moldavia, Transilvania e Valacchia che sono venuti da Mantova, Ravenna, Mirandola, Imola, Cesena e Forlì. Ha partecipato anche il Gruppo di Ballo “Cuore di Romeno” dell’Associazione “Romania Grande” di Ravenna.
E’ venuto a salutarci il nuovo vescovo della Diocesi Forlì-Bertinoro Mons. Livio Corazza. I bambini l’hanno accolto con tanta gioia e li hanno cantato e recitato un brano del loro repertorio. Benedicendoci, Mons. Livio ci ha chiesto di pregare per lui.
L’Associazione “Hora” Onlus – la promottrice della festa – ha concesso dei regali e diplomi con il titolo di “Degno romeno per la promozione della lingua, della tradizione e dell’identità romena” ai bambini della parrocchia, agli interpreti di musica popolare e al gruppo di ballo.
Prendendoci per mano, abbiamo ballato la danza dell’unità -“Hora Unirii”- e abbiamo cantato una serie di canzoni tradizionali.
Alla fine il parroco Mihai David ci ha detto: “ Soltanto la pace tra di noi, solo l’amore tra i figli possono unirci. Avendo tutto ciò nel nostro cuore, credo che in questo anno del Centenario bisognerebbe ridimensionarci, una volta con l’educazione, anche il modo di sentirci romeni, cioè di maturarci. La maturazione vuol dire dignità, e la dignità significa riconoscere anche ciò che hai fatto di bene, ma anche ciò che hai fatto di male”.
I nostri antenati hanno lottato e hanno realizzato la Grande Unione del 1° Dicembre 1918. A 100 anni dal compimento del desiderio dei romeni, noi qui, lontani dalla nostra cara Romania, in Diaspora romena nell’Italia, abbiamo il dovere di mantenere unite le anime dei romeni, di rimanere uniti dagli nostri ideali, di non lasciarci divisi!
Così ci aiuti il buon Dio!
Santi Arcangeli Michele e Gabriele assieme agli angeli custodi e alla Maria Santissima che protegga i romeni sparsi nel mondo!
Tanti Auguri Romania, tanti Auguri cari Romeni!
Claudia David

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.