Română | Italiano
HomeNotizie201916 Marzo: La seconda parte dell'incontro nazionale dei sacerdoti romeni cattolici di ...
Archivio foto
Anno: 2019 » Evento: Santa Pasqua - rito bizantino - a Udine - 2019 » Titolo: 11400.jpg

Anno: 2019

Evento: Santa Pasqua - rito bizantino - a Udine - 2019

Titolo: 11400.jpg

Notizie

La seconda parte dell'incontro nazionale dei sacerdoti romeni cattolici di rito bizantino a Firenze

La seconda parte dell'incontro nazionale dei sacerdoti romeni cattolici di rito bizantino a Firenze

Sabato 16 marzo 2019 si è tenuto a Firenze in una bella sala del Palazzo arcivescovile, la seconda parte dell’incontro nazionale dei sacerdoti romeni cattolici orientali di rito bizantino d'Italia, convocato dal Direttore generale della Fondazione Migrantes, don Giovanni De Robertis, con il supporto di padre Cristian Crisan, Visitatore Apostolico per la Chiesa Romena Unita in Europa Occidentale e Coordinatore nazionale – con nomina da parte della C.E.I. - per la medesima Chiesa rumena in Italia. L’incontro si è rivelato molto riuscito, con la presenza di tanti sacerdoti venuti dalle varie zone d’Italia.
È stata l’accoglienza calorosa di S.E. Card. Giuseppe Betori, in stretta collaborazione con il padre Valer Sician, parroco della Comunità romena di Firenze, a fare da cornice alla cordiale ospitalità. Da parte della C.E.I. è arrivato in mezzo a noi Mons. Giuseppe Baturi, il responsabile dell’Ufficio Giuridico. Il monsignore ha parlato di alcune questioni d’attualità riguardante la presenza in Italia di fedeli e sacerdoti cattolici di un'altra tradizione rispetto a quella propriamente latina e di un altro rito rispetto a quello propriamente romano. Mantenere l’identità religiosa, per lo più il rito specifico di una certa tradizione antica, è da qualche tempo una priorità, secondo il Concilio Vaticano II, come peraltro specificato anche nel contenuto di tanti documenti ufficiali postconciliari. I sacerdoti hanno avuto l’opportunità di porre domande, di chiarire dubbi e di presentare alcune vecchie e nuove situazioni fronteggiate nella pastorale diocesana, riguardante la propria comunità. Sono stati affrontati alcuni temi di ordine giuridico e canonico sulla situazione dei sacerdoti uxorati. Nel frattempo il mondo sta cambiando rapidamente e la mentalità dei credenti è influenzata dal contesto sociale della zona di riferimento. La maggior parte dei fedeli romeni si trova da molti anni ormai in Italia e una seconda generazione è già consistente.
A Firenze padre Crisan ha trasmesso il caloroso saluto di Sua Beatitudine Card. Lucian Muresan, Arcivescovo Maggiore della Chiesa Romena Unita con Roma, Greco-Cattolica, ringraziando i sacerdoti che si sono impegnati molto per la costituzione e l’organizzazione delle comunità romene, soprattutto nelle aree del Centro e Nord Italia. Tutti siamo grati a S.E. Mons. Virgil Bercea, per tanti anni responsabile della Diaspora BRU in Europa Occidentale, che ha portato avanti una proficua collaborazione all’interno della Diaspora BRU Europa. Un ringraziamento speciale va a Sua Eminenza Card. Giuseppe Batori, Arcivescovo di Firenze, per la cura pastorale e spirituale che sta mostrando verso la Comunità dei romeni presenti nell’arcidiocesi fiorentina che egli guida come pastore. Simbolicamente è stato donato a Sua Eminenza il libro di poesie “La sbarre le mie croci. Poesie dal gulag romeno (1951-1964) del vescovo incarcerato e torturato Ioan Ploscaru, Ed. Feeria, FI, nella sua elegante edizione italiana.
Sono proseguiti i preparativi per la Visita Apostolica di Papa Francesco in Romania, che di svolgerà dal 31 maggio al 2 giugno di quest’anno. La Domenica 2 giugno 2019 passerà alla storia come il giorno in cui Papa Francesco abbia fatto visita a Blaj sulla Pianura della Libertà, nella “Piccola Roma” dei romeni, vale a dire il cento spirituale e storico dei romeni della Transilvania, nel distretto di Alba Iulia.
Padre Mihai David ha tenuto una profonda meditazione, su proposta del coordinatore nazionale, circa l’importanza del sacerdozio, dal titolo: “Ricevi questo Dono e conservalo sino alla seconda venuta del Signore nostro Gesù Cristo, quando te lo richiederà”.
Fino alla prossima riunione, che sarà annunciata al momento opportuno, nel frattempo speriamo di vederci a Blaj sulla Pianura della Libertà, domenica 2 giugno 2019.
Il Santo Padre Papa Francesco va a casa nostra!
P. Ioan Mărginean-Cociş

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.