Română | Italiano
HomeNotizie201912 Giugno: “Camminiamo insieme” da Roma a Blaj e Lourdes
Archivio foto
Anno: 2019 » Evento: L'iconostasi e Forlì - icona del Regno di Dio » Titolo: 11514.jpg

Anno: 2019

Evento: L'iconostasi e Forlì - icona del Regno di Dio

Titolo: 11514.jpg

Notizie

“Camminiamo insieme” da Roma a Blaj e Lourdes

“Camminiamo insieme” da Roma a Blaj e Lourdes

Camminando insieme, Domenica 19 maggio abbiamo percorso il tradizionale pellegrinaggio dei migranti alla Basilica della Madonna del Monte di Cesena promosso dall’Ufficio diocesano Migrantes al quale hanno partecipato anche i fedeli della Parrocchia “La Fonte Vivificante” di Cesena. Dopo il Rosario, è stata celebrata la Santa Messa in Abbazia e al termine un piccolo ristoro nel chiostro.
Siamo partiti a camminare insieme a Roma Sabato 25 maggio 2019 con i fedeli delle parrocchie “La Fonte Vivificante” di Cesena e “Santi Arcangeli Michele e Gabriele” di Forlì che hanno partecipato al pellegrinaggio organizzato dalla Fondazione Migrantes di Cesena per tutte le comunità etniche.
Per tutti i partecipanti, la stragrande maggioranza romeni, è stata un’occasione di rinnovo della fede alla tomba di San Pietro e di pregare per il Santo padre Papa Francesco per il viaggio appostolico in Romania.
Dopo la Santa Messa, presieduta da un sacerdote indiano con la concelebrazione di Don Silvanno Ridolfi ex-responsabile della Migrantes Cesena, padre Mihai David parrocco delle due Parrocchie greco-cattoliche Cesena e Forlì e il Diac. Ettore Rossi l’attuale responsabile dello stesso Ufficio diocesano, abbiamo visitato la Basilica di San Pietro. Nel pomeriggio, dopo il pranzo, abbiamo fatto un percorso tra Castel Sant'Angelo, via dei Coronari, Piazza Navona, Pantheon, Piazza Colonna, via del Corso, via Condotti, piazza di Spagna, Fontana di Trevi, piazza Navona, piazza Venezia, via dei Fori imperiali, Colosseo e Circo Massimo.
La prossima tappa del pellegrinaggio è stata nel Campo della Libertà a Blaj – Romania dove il Santo Padre ha presieduto la Divina Liturgia con la beatificazione di sette vescovi martiri greco-cattolici: mons. Iuliu Hossu, mons. Vasile Aftenie, mons. Ioan Bălan, mons. Valeriu Traian Frenţiu, mons. Ioan Suciu, mons. Tit Liviu Chinezu, mons. Alexandru Rusu. Aspettando con tanta emozione l’arrivo del Santo Padre Papa Francesco, abbiamo avuto la gioia di incontrare fedeli della parrocchia di Cesena, trasferiti in Romania dopo tanti anni di lavoro in Italia.
Nella sua omelia Santo Padre ci ha trasmesso:
“Queste terre conoscono bene la sofferenza della gente quando il peso dell’ideologia o di un regime è più forte della vita e si antepone come norma alla stessa vita e alla fede delle persone; quando la capacità di decisione, la libertà e lo spazio per la creatività si vede ridotto e perfino cancellato (cfr Enc. Laudato si’, 108). Fratelli e sorelle, voi avete sofferto i discorsi e le azioni basati sul discredito che arrivano fino all’espulsione e all’annientamento di chi non può difendersi e mettono a tacere le voci dissonanti. Pensiamo, in particolare, ai sette Vescovi greco-cattolici che ho avuto la gioia di proclamare Beati. Di fronte alla feroce oppressione del regime, essi dimostrarono una fede e un amore esemplari per il loro popolo. Con grande coraggio e fortezza interiore, accettarono di essere sottoposti alla dura carcerazione e ad ogni genere di maltrattamenti, pur di non rinnegare l’appartenenza alla loro amata Chiesa. Questi Pastori, martiri della fede, hanno recuperato e lasciato al popolo rumeno una preziosa eredità che possiamo sintetizzare in due parole: libertà e misericordia...
Vorrei incoraggiarvi a portare la luce del Vangelo ai nostri contemporanei e a continuare a lottare, come questi Beati, contro queste nuove ideologie che sorgono. Tocca a noi adesso lottare, come è toccato a loro lottare in quei tempi. Possiate essere testimoni di libertà e di misericordia, facendo prevalere la fraternità e il dialogo sulle divisioni...”
Dal 7 al 9 giugno i fedeli delle parrocchie “La Fonte Vivificante” di Cesena e “Santi Arcangeli Michele e Gabriele” di Forlì hanno camminato uniti ai fedeli delle parrocchie “Santi Tre Gerarchi” di Roma e “San Giorgio” di Parigi sulle vie del Santuario di Lourdes - Francia. Insieme al Visitatore Apostolico per i fedeli greco-cattolici romeni in Europa Occidentale e Coordinatore nazionale della pastorale dei greco-cattolici romeni in Italia - padre Cristian Dumitru Crisan e ai padri Mihai Marina, Serafim Iulian Vescan, Mihai David e il padre di Certeze, oltre 400 fedeli greco-cattolici romeni hanno partecipato in questi giorni al Rosario, alla Divina Liturgia e alla Via Crucis.
Siamo venuti a Lourdes per affidare alla Vergine Maria le nostre difficoltà, la nostra vita e la nostre speranze. In questi giorni credo che abbiamo potuto imparare qualcosa dalla Santa Bernadette: lei era molto umile ed è stata scelta da Maria Santissima e ha compiuto questa missione con tanta gioia, così come ha saputo. Con questo spirito di Lourdes siamo ritornati nelle nostre parrocchie per trasmettere ai nostri confratelli questa esperienza di luce, di pace, e di gioia per camminare insieme sulle vie del Signore.
Claudia David

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.