Română | Italiano
HomeNotizie201119 Agosto: Comunicato stampa: La Chiesa Greco-Cattolica prende posizione contro la ...
Archivio foto
Anno: 2017 » Evento: L'incontro dei sacerdoti del Decanato del Triveneto a Rovigo » Titolo: 9751.jpg

Anno: 2017

Evento: L'incontro dei sacerdoti del Decanato del Triveneto a Rovigo

Titolo: 9751.jpg

Notizie

Comunicato stampa: La Chiesa Greco-Cattolica prende posizione contro la riconsacrazione della cattedrale greco-cattolica di Baia Mare da parte della Chiesa Ortodossa Romena

Comunicato stampa: La Chiesa Greco-Cattolica prende posizione contro la riconsacrazione della cattedrale greco-cattolica di Baia Mare da parte della Chiesa Ortodossa Romena

Catalogandola come un “atto di provocazione e di sfida nei confronti della Chiesa Greco-Cattolica[…] e come atto di epurazione culturale e religiosa, falsificazione della storia, cancellazione della memoria e furto d’identità”, S.E. Virgil Bercea, presidente della commissione preparatoria al dialogo con la Chiesa Ortodossa Romena, ha indirizzato a S.B. Daniel, Patriarca della Chiesa Ortodossa Romena, una lettera, con la quale manifesta indignazione verso la Chiesa Ortodossa Romena per la riconsacrazione della cattedrale greco-cattolica di Baia Mare.
“La riconsacrazione della cattedrale greco-cattolica di Baia Mare, non rappresenta né l’espressione di un impegno onesto della Chiesa Ortodossa nella ripresa del dialogo né una corretta presa di coscienza della situazione storica.” ha manifestato il vescovo Virgil Bercea nella sua lettera. La Chiesa Ortodossa romena ha interrotto in modo unilaterale il dialogo con la Chiesa Greco-Cattolica e, nell’ultimo periodo, il Patriarcato Romeno ha invitato più volte la Chiesa Greco-Cattolica alla riapertura del dialogo.
“Nel caso in cui la cattedrale greco-cattolica di Baia Mare sia riconsacrata, la Chiesa Ortodossa Romena si renderà da sola responsabile della creazione di un nuovo impedimento sulla via della riapertura del dialogo con la Chiesa Greco-cattolica”, ha concluso S.E. monsignor Virgil Bercea nella sua lettera.
Di seguito si può leggere il testo integrale della lettera di Sua Eccellenza Monsignor Virgil.
          
Nr. 695/19.08.2011
A Sua Beatitudine Daniel
Patriarca della Chiesa Ortodossa Romena
          
Vostra Beatitudine,
          La Chiesa Greco-Cattolica ha ricevuto con indignazione la decisione della Chiesa Ortodossa romena di riconsacrare domenica 21 agosto, la Cattedrale Greco-Cattolica” dell’Assunzione di Maria di Baia Mare.
L’indignazione deriva dal fatto che, in diverse prese di posizione pubbliche, la Chiesa Ortodossa           ha dichiarato che desidera impegnarsi nuovamente “ in un dialogo onesto e realista” con la Chiesa Greco-cattolica, che, in conformità al comunicato ortodosso del 7 luglio 2011, “ non può essere costruito in modo credibile senza una corretta presa di coscienza della situazione storica della vertenza patrimoniale”.
La riconsacrazione della cattedrale greco-cattolica di Baia Mare, non rappresenta né l’espressione di un impegno onesto della Chiesa Ortodossa nella ripresa del dialogo né corretta presa di coscienza della situazione storica.
Nell’invito ufficiale alla riconsacrazione della cattedrale greco-cattolica di Baia mare, i rappresentanti della Chiesa ortodossa affermano:” L’anniversario dei cento anni di esistenza della Parrocchia Ortodossa della Dormizione della Madre di Dio [Assunzione di Maria Vergine], ci offre la gradita occasione di invitarVi a prender parte alla nostra gioia ed alla riconsacrazione della chiesa parrocchiale.”
La Chiesa Greco-Cattolica “Dormizione della Madre di Dio [Assunzione di Maria Vergine], edificata nel 1911, e il 5 giugno 1930, con la Bolla Pontificia “Sollemni Conventione” di Papa Pio XI, divenne cattedrale episcopale. In questa cattedrale il 2 febbraio 1931, fu intronizzato vescovo greco-cattolico il Dr. Alexandru Rusu, primo vescovo del Maramureş.
Con la dissoluzione ( annientamento?)della Chiesa Greco-Cattolica nel 1948, la Cattedrale Greco-Cattolica Dormizione della Madre di Dio [Assunzione di Maria Vergine] di Baia Mare fu confiscata dal governo comunista e data alla Chiesa Ortodossa, che ne detiene il possesso anche ai nostri giorni. La cattedrale è stata oggetto di innumerevoli rivendicazioni, ma la Chiesa Ortodossa ne ha rifiutato la restituzione.
In questo momento, esiste un processo a ruolo al fine di ristabilire la situazione di diritto della Cattedrale Greco-Cattolica di Baia Mare.
Il 21 agosto, in conformità all’invito ufficiale, la cattedrale Greco-Cattolica della Dormizione della Madre di Dio [Assunzione di Maria Vergine] sarà riconsacrata dalle Loro Eccellenze Justinian e Justin, vescovi ortodossi del Maramureş, con S. E. Laurenţiu, metropolita ortodosso della Transilvania.
          La riconsacrazione da parte dei rappresentanti della Chiesa Ortodossa della Cattedrale greco-cattolica di Baia Mare come pure la festa dei “100 anni di esistenza” della parrocchia, che eventualmente potrebbe festeggiare 63 anni, rappresentano non solamente un atto di provocazione e di sfida nei confronti della Chiesa Greco-Cattolica Romena, ma un atto di epurazione culturale e religiosa, falsificazione della storia, cancellazione della memoria ed un furto d’identità.
Con questo atteggiamento chiaramente ostile, la Chiesa ortodossa romena dimostra di non essere interessata a riaprire il dialogo con la Chiesa Greco-Cattolica.
Ricordiamo che la Chiesa Ortodossa Romena ha interrotto in modo unilaterale il dialogo con la Chiesa Greco-Cattolica nel 2004 e che nell’ultimo periodo la Chiesa ortodossa ha rivolto innumerevoli appelli alla Chiesa Greco-cattolica per la riapertura del dialogo.
Nel caso in cui la cattedrale greco-cattolica di Baia Mare sia riconsacrata, la Chiesa Ortodossa Romena si renderà da sola responsabile della creazione di un nuovo impedimento sulla via della riapertura del dialogo con la Chiesa Greco-cattolica.
          
†Virgil Bercea
Presidente della commissione greco-cattolica
in preparazione del dialogo con la Chiesa ortodossa romena.
          
Traduzione in italiano: prof. Munarini Giuseppe
Biroul de presă EGCO

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.