Română | Italiano
HomeNotizie201123 Ottobre: L’immagine pellegrina della Madonna nella comunità romena greco-cattolica di ...
Archivio foto
Anno: 2017 » Evento: San Nicolò festeggiato con i bambini nella Parrocchia "S. Rocco" di Venezia Mestre » Titolo: 10176.jpg

Anno: 2017

Evento: San Nicolò festeggiato con i bambini nella Parrocchia "S. Rocco" di Venezia Mestre

Titolo: 10176.jpg

Notizie

L’immagine pellegrina della Madonna nella comunità romena greco-cattolica di Padova

L’immagine pellegrina della Madonna nella comunità romena greco-cattolica di Padova

Domenica, 23 ottobre 2011, la comunità romena greco-cattolica di Padova si è ritrovata, così com’è tradizione, nella quarta domenica del mese, nella Cappella dell’Arciconfraternita, presso Basilica di S.Antonio per la Divina Liturgia, seguita da un rito del Requiem. Le funzioni sono state celebrate dal parroco p. Aetius Pop e da p. Cristian Sabău.
Da alcune settimane, grazie alla benevolenza del Centro “Opus Rosa-Mystica” di Essen (Germania), è arrivata per la comunità una statua della Vergine Maria, con l’indicazione precisa che venisse utilizzata per organizzare la peregrinatio Mariae nelle case dei fedeli. Anche se non è un’icona, piuttosto familiare al rito bizantino, i cristiani hanno accolto con gaudio questa immagine della Madre di Dio, la Rosa Mistica.
Nell’omelia, il p. Cristian ha affermato che Dio fa uso di segni e simboli, di sacramenti e di immagini concrete per far percepire nel nostro mondo la Sua presenza, o quella della Madonna e dei santi. Un’immagine della Vergine Maria che circola nelle case dei cristiani può benissimo rappresentare ciò che, di fatto, succede già, però senza che i nostri occhi carnali possano vedere: la Madonna visita le nostre famiglie e le va a trovare in casa, per condividerne le gioie e le sofferenze, per ascoltare ciò che vogliamo dirle e per comunicare ciò che il Suo Figlio desidera da noi. Questo culto, però, non deve diventare un’idolatria. Sebbene la statua possa essere apportatrice di benedizioni e immagine visibile della Vergine, la nostra preghiera non è rivolta verso una rappresentazione materiale (che può essere un semplice oggetto in gesso o resina...), ma verso la Vergine Maria quella reale che, proprio in quanto invisibile, ci è resa presente da un’icona o una statua...
L’immagine di Maria ha già visitato alcune famiglie della comunità e continuerà a farlo. In genere, essa si ferma cca. 9 giorni in ogni casa (il tempo giusto per compiere una novena) e poi ognuno è invitato ad annotare in un quaderno speciale grazie particolari o considerazioni circa il periodo in cui ha potuto godere di questa speciale presenza della propria abitazione. Non mancano già testimonianze di grazie particolari ottenute dalla Celeste Pellegrina.
La statua della Vergine Maria è disponibile per chiunque la volesse accogliere, con l’onore dovuto e nei limiti del periodo indicato. Col passare del tempo, vorremmo anche aprirci verso altre comunità romene in Italia, perché per mezzo di questa Sua immagine, la Vergine Santa possa apportare a più persone possibilmente grazie e consolazioni.
Pr. Cristian Sabău - Ipod. Munarini Giuseppe

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.