Română | Italiano
HomeNotizie201220 Febbraio: Il pellegrinaggio dei greco-cattolici di Padova presso la grotta di Chiampo (VI)
Archivio foto
Anno: 2017 » Evento: Sacerdoti presso la Comunità romena greco-cattolica di Padova » Titolo: 9767.jpg

Anno: 2017

Evento: Sacerdoti presso la Comunità romena greco-cattolica di Padova

Titolo: 9767.jpg

Notizie

Il pellegrinaggio dei greco-cattolici di Padova presso la grotta di Chiampo (VI)

Il pellegrinaggio dei greco-cattolici di Padova presso la grotta di Chiampo (VI)

Il 19 febbraio 2012, al termine della Liturgia domenicale, un gruppo di fedeli romeni ed italiani della comunità greco-cattolica “S.Nicola” di Padova ha preso parte al pellegrinaggio organizzato dal parroco P.Aetius Pop e da P.Cristian Sabău alla grotta della Vergine nella località Chiampo (VI). Programmato inizialmente attorno all’ 11 di febbraio, giorno della memoria delle apparizioni della Madre di Dio a Lourdes, il pellegrinaggio fu poi rinviato per le condizioni meteorologiche sfavorevoli. A Chiampo, si trova la bella riproduzione della grotta di Lourdes (Francia), che stupisce per la sua accuratezza, grotta costruita dal frate scultore, il beato Claudio Granzotto.
Il gruppo è stato accolto da p. Bruno Miele, guardiano del convento francescano. Egli ha illustrato alcuni aspetti della spiritualità e della storia del luogo: in seguito alla decisione della Provincia Minore circa la costruzione di una grotta che riproducesse quella di Lourdes, il progetto fu affidato al giovane Claudio che, da poco entrato nell’Ordine, portava con sè gli studi e l’esperienza di scultore. I lavori incominciarono nel 1934: insieme alla grotta, cresceva anche la stima da parte della gente e la fama di santità del frate artista.
Come egli stesso ebbe a confidare: „All’Assunta me ne andrò!”, fr.Claudio morì il 15 agosto del 1947. Proclamato beato da Papa Giovanni Paolo II, egli fu sepolto proprio ai piedi della grotta che aveva costruito, riguardo alla quale aveva profetizzato che avrebbe raccolto moltitudini di pellegrini, adempiendo qui, con le grazie per le quali intercede, quello che egli stesso aveva promesso nel corso della sua vita: „Aiuterò e consolerò tutti!”
Ai piedi della Madre Immacolata della grotta di Chiampo, il gruppo ha sostato per offrirLe la preghiera del „Paraklitikos”, recitata sia in italiano che in romeno, per ricevere alla fine la benedizione dai due sacerdoti che accompagnavano il gruppo. Ogni pellegrino ha poi compiuto il gesto rituale che solitamente si fa a Lourdes, ossia il giro all’interno della grotta, toccando silenziosamente le pietre ed offrendo le proprie intenzioni di preghiera alla Vergine Immacolata.
Una volta vissuto questo edificante momento di preghiera, si è consumato insieme il pranzo, ognuno condividendo fraternamente con gli altri dalla propria bisaccia.
Alla fine di questa visita benedetta, il gruppo si è avviato verso la collina della „Via Crucis”, le cui stazioni sono rappresentate attraverso statue di bronzo in grandezza naturale, meditando e contemplando l’amore che Gesù Cristo ha offerto ad ognuno di noi, pregando contemporaneamente per le grandi prove del mondo attuale.
Florica Sautea, pr. Cristian Sabău

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.