Română | Italiano
HomeNotizie201231 Maggio: La Chiesa italiana dona 1 milione di euro per le vittime del terremoto
Archivio foto
Anno: 2020 » Evento: Festa della parrocchia Roma Nord e festa dell'Unione del 1859 » Titolo: 11638.jpg

Anno: 2020

Evento: Festa della parrocchia Roma Nord e festa dell'Unione del 1859

Titolo: 11638.jpg

Notizie

La Chiesa italiana dona 1 milione di euro per le vittime del terremoto

La Chiesa italiana dona 1 milione di euro per le vittime del terremoto

Dopo la somma di 100.000 euro, elargita da Papa Benedetto XVI sabato scorso, la CEI – Conferenza Episcopale Italiana –ha stanziato un milione di euro per far fronte alle urgenze in seguito al terremoto che ha colpito l’Emilia.
Si tratta solamente di una donazione iniziale che non sarà certamente l’ultima, in attesa di avere un quadro completo che metta in luce le necessità. “Mentre i terremoti continuano in Emilia, mietendo nuove vittime, con migliaia di sfollati e danni prodotti alle case, ai palazzi ed alla chiese, la Presidenza della Conferenza Episcopale con il consenso dell’Assemblea generale”- afferma una nota della CEI- “ha stanziato un milione di euro come un primo contributo per far fronte alle prime emergenze.”
“Da tutta l’Italia, le organizzazioni “Caritas” hanno manifestato già la loro vicinanza e disponibilità ad aiutare: è stato aperto un centro di coordinazione della Caritas a Finale Emilia, che si occuperà di sostenere per un periodo lungo, nella fase più difficile della ricostruzione materiale del tessuto sociale, con un’attenzione tutta speciale per la ricostruzione socio-economica, per far rivivere i luoghi d’incontro delle comunità.” Sabato 26 maggio 2012, è stato annunziato il contributo di 100.000 euro da parte di papa Benedetto XVI, attraverso il Pontificio Consilio “Cor unum” “per sostenere le attività di assistenza sviluppate dalla Chiesa cattolica a favore delle vittime”. I vescovi hanno anche stabilito la realizzazione di una colletta nazionale che si svolgerà in tutte le chiese italiane domenica 10 giugno, nella solennità del “Corpus Domini”.
Le somme raccolte saranno consegnate il più presto possibile da tutte le parrocchie alle rispettive organizzazioni “Caritas” diocesane, che le invieranno alla Caritas italiana che funziona già nelle zone colpite, attraverso il proprio centro di coordinazione. Nel 2009, quando è successo il terremoto che ha colpito l’Abruzzo, le Diocesi italiane sono state in gradi di raccogliere circa 27.000.000 di Euro. Si spera di raccogliere la stessa somma ed anche di più per l’Emilia-Romagna.
http://www.catholica.ro

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.