Română | Italiano
HomeNotizie201217 Giugno: Il pellegrinaggio della comunità rumena di Venezia-Mestre a Venezia e sulle ...
Archivio foto
Anno: 2020 » Evento: Festa della parrocchia Roma Nord e festa dell'Unione del 1859 » Titolo: 11636.jpg

Anno: 2020

Evento: Festa della parrocchia Roma Nord e festa dell'Unione del 1859

Titolo: 11636.jpg

Notizie

Il pellegrinaggio della comunità rumena di Venezia-Mestre a Venezia e sulle Isole veneziane

Il pellegrinaggio della comunità rumena di Venezia-Mestre a Venezia e sulle Isole veneziane

Il pellegrinaggio è una delle manifestazioni di fede più diffuse sin dai tempi antichi del Cristianesimo perché il cristiano desiderava impetrare da un santo l’intercessione presso Dio per la sua vita e quella dei suoi cari.
La Comunità romena greco-cattolica “San Rocco” di Venezia–Mestre, Sabato 16 Giugno, ha effettuato un pellegrinaggio a Venezia, presso la tomba di San Marco, che dall’VIII secolo, riposa nella splendida Basilica che porta il suo nome e che è ornata, al suo interno, con otto mila metri quadrati di mosaici. Molti dei fedeli che hanno partecipato a questo pellegrinaggio lavorano proprio a Venezia, ma l’ansia e la preoccupazione per il posto di lavoro, non avevano ancora permesso loro di entrare nella Basilica di San Marco e di assaporare la bellezza e lo splendore di questo luogo in cui, ogni anno, giungono milioni e milioni di pellegrini e di turisti dal mondo intero.
Mons. Giuseppe Camilotto, arciprete della Basilica, si è rivelato una guida competente, raffinato conoscitore del mondo spirituale ed artistico. Egli ci ha fatto condividere e ci ha illustrato gli enigmi di questo luogo, unico al mondo.
Dopo il pranzo in comune, a Murano, abbiamo visitato un’altra chiesa importante nell’“isola dei vetrai”, un altro nome per indicare Murano. Si tratta della Chiesa di "Santa Maria e Donato", dove il parroco, don Carlo Gusso, ci ha descritto, con dovizia di particolari, la storia e l’importanza di questo luogo di culto, caro alla storia dei veneziani. È bene ricordare che nel tempio si trovano le sacre reliquie del monaco Gherardo Sagredo, che contribuì a cristianizzare il popolo magiaro, al tempo del Santo re Stefano.
L’ultima meta visitata è stata l’isola di Torcello, dove si trova la Basilica del secolo VII, dedicata “All’incontro della Madre di Dio in cielo”, con lo splendido mosaico, contemporaneo alla Basilica. che rappresenta il Giudizio finale, risalente al XII secolo. Qui, a Torcello, siamo stati aiutati da una guida molto competente, dell’Ufficio turistico del Patriarcato di Venezia.
Sono convinto che questo pellegrinaggio, cui hanno partecipato numerosi fedeli, che lavorano nella zona di Venezia, abbia infuso nei loro cuori molto coraggio e speranza, infatti, essi sono venuti a conoscere quale patrimonio spirituale, culturale ed artistico si trovi in questa zona e che ha contribuito alla ricchezza della cultura ed allo sviluppo di questa meravigliosa regione del Nord-est dell’Italia, chiamata Veneto.
          
Traduzione in italiano: prof. Giuseppe Munarini
P. Vasile-Alexandru Barbolovici

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.