Română | Italiano
HomeNotizie20129 Ottobre: Il Cardinale Lucian Mureşan: “Fiat voluntas Tua” anche dinnanzi alle ...
Archivio foto
Anno: 2020 » Evento: La consacrazione di Mons. Cristian Dumitru Crişan e di Mons. Călin Ioan Bot » Titolo: 11672.jpg

Anno: 2020

Evento: La consacrazione di Mons. Cristian Dumitru Crişan e di Mons. Călin Ioan Bot

Titolo: 11672.jpg

Notizie

Il Cardinale Lucian Mureşan: “Fiat voluntas Tua” anche dinnanzi alle onorificenze, ma la Chiesa greco-cattolica non è ancora in possesso dei suoi diritti

Il Cardinale Lucian Mureşan: “Fiat voluntas Tua” anche dinnanzi alle onorificenze, ma la Chiesa greco-cattolica  non è ancora in possesso dei suoi diritti

"Iniziando da oggi, nella chiesa di Sant’Atanasio di Roma, posso considerarmi in un certo modo a casa” ha detto lunedì sera Sua Beatitudine il Cardinale Lucian Mureşan, Arcivescovo Maggiore dell’arcieparchia greco-cattolica di Făgăraş e Alba-Iulia, alla cerimonia della presa di possesso del titolo della chiesa di Sant’Atanasio di Roma. Alla conclusione del sacro rito, il cardinal Mureşan ha ricevuto le insegne dell’Ordine Nazionale "Steaua României" [“Stella della Romania”] con il grado di cavaliere per il contributo addotto alla verità, alla libertà ed al dialogo.
Accanto a numerosi fedeli, studenti di teologia della Città Eterna e sacerdoti d’Italia, hanno presenziato Sua Eminenza il cardinal Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, l’Arcivescovo maggiore di Kyïv_Halyč (Kiev-Halici), Sua Beatitudine Sviatoslav Ševciuk, il vescovo Petru Gherghel, rappresentante del vescovato cattolico di rito latino di Romania al Sinodo dei Vescovi, mons. Claudiu Pop, vescovo di Curia della Metropolia di Blaj, mons. Alexandru Mesian, dell’eparchia greco-cattolica di Lugoj, mons. Virgil Bercea, dell’eparchia greco-cattolica di Oradea Mare dei Romeni, che partecipa ugualmente al Sinodo dei Vescovi sulla nuova Evangelizzazione, i rettori del Collegio Greco di Sant’Atanasio e del Collegio Pio Romeno rappresentanti degli ambasciatori della Romania presso la Santa Sede e lo Stato italiano.
Al Vespero di lunedì, nella Chiesa di Sant’Atanasio nel centro storico di Roma, Sua Beatitudine il Cardinale Lucian ha rilevato che da quel giorno iniziava a sentirsi in un certo senso a casa pure a Roma."Sono colto dall’emozione” – ha sottolineato Sua Eminenza - “quando penso a quanti nomi illustri si siano succeduti qui, nel corso del tempo”. Il Cardinale Romeno ha ringraziato la Santa Sede e, in modo particolare, la Congregazione per le Chiese Orientali, per la dignità di cui era stato insignito. "Siccome il motto episcopale che ho scelto è “Fiat voluntas Tua”, ricevo oggi ed ho ricevuto sempre dalle mani del Signore sia le cose buone sia quelle meno buone, sapendo che tutte collaborano al bene di coloro che amano Dio. Attraverso me - ha continuato il Cardinale - la Chiesa Greco-Cattolica di Romania diventa degna dell’apprezzamento della Chiesa di Roma ed, in particolare, del Santo Padre Papa Benedetto XVI. Non c’è, per me, una gioia più grande di questa dopo il terrore comunista a causa del quale ho sofferto in Romania per serbare intatta la Comunione con il Successore di Pietro, essendo in tal modo coscienti che così restiamo fedeli al Salvatore. La porpora riveste solennemente me, ed assieme con me, tutta la Chiesa Greco-Cattolica, come eterno ricordo della testimonianza di fede”.
Come si è ricordato, alla conclusione del sacro rito, l’Ambasciatore di Romania presso la Santa Sede, Bogdan Tătaru-Cazaban ha consegnato a Sua Beatitudine le insegne dell’Ordine Nazionale” "Steaua României" [Stella di Romania] con il grado di cavaliere. A sua volta, il Cardinale ha detto che l’alto apprezzamento dello Stato Romeno non è solo per la sua persona, ma anche per l’“intero piccolo gregge della Romania”. “L’onorificenza concessami”- ha continuato “è un riconoscimento della posizione chiara, ferma, incrollabile, adottata da sempre dalla nostra Chiesa a favore della verità e della fede e, quindi a servizio della Patria (…) Non posso che esultare di gioia perché si è sentito il nome della Romania in tante lingue nel mondo intero all’annunzio della creazione a Cardinale della Chiesa”.
(ins - "Ad multos annos")
Al momento conviviale che è seguito, mons. Anton Lucaci ha chiesto a Sua Eminenza Lucian Mureşan un breve commento:
(ins – Intervista del Cardinale Lucian).
È da aggiungere che martedì, 9 ottobre, nel quadro di una cerimonia festosa presso il Collegio Pontificio <<Pio Romeno>>, l’ambasciatore di Romania presso la Santa Sede ha consegnato al cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, le insegne dell’Ordine nazionale "Steaua României” [Stella della Romania], con il Grado di Gran Croce. Conformemente al decreto nr. 316 del 20 marzo 2012, firmato dal Presidente della Romania Traian Băsescu, l’onorificenza viene conferita al cardinal Sandri "in segno di alto apprezzamento per il contributo eccezionale allo sviluppo delle relazioni tra la Romania e la Santa Sede e il sostegno concesso alle comunità romene”. Nel contempo, al Collegio Pio Romeno, culla romena di tanti sacerdoti greco-cattolici romeni, è stato accordato l’Ordine "Meritul Cultural" [Merito Culturale] con il grado di alto ufficiale. L’onorificenza è stata consegnata al Rettore del Collegio pontificio , p. Gabriel Buboi – conformemente al decreto (nr. 318 del 20 marzo 2012), firmato dal Signor Presidente della Romania - “in occasione del 75 anniversario dell’apertura del Collegio Pontificio «Pio Romeno», come segno di alto apprezzamento per il contributo eccezionale nella formazione dei futuri sacerdoti della Chiesa Romena Unita con Roma, Greco-Cattolica, per la promozione della storia e della cultura romena”.
(ins - "Ad multos annos!”)
          
Traduzione in italiano: prof. Giuseppe Munarini
AD - Radio Vatican

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.