Română | Italiano
HomeNotizie20135 Giugno: Il prelato papale, Mons. Paolo MANCINI, in visita alla seconda parrocchia ...
Archivio foto
Anno: 2018 » Evento: Festa delle famiglie della parrocchia e visita pastorale a Imola » Titolo: 11052.jpg

Anno: 2018

Evento: Festa delle famiglie della parrocchia e visita pastorale a Imola

Titolo: 11052.jpg

Notizie

Il prelato papale, Mons. Paolo MANCINI, in visita alla seconda parrocchia greco-cattolica romena di Roma

Il prelato papale, Mons. Paolo MANCINI, in visita alla seconda parrocchia greco-cattolica romena di Roma

Domenica 2 Giugno 2013, probabilmente è stata l’ultima festa della Parrocchia Flaminia-Euclide, Roma –Nord, prima delle vacanze estive, ma forse è stata la più bella, la più delicata, la più soave perché cosa può esserci di così meraviglioso di celebrare i più piccoli tra di noi, gli unici per cui Gesù stesso chiese: “Lasciate che i bambini vangano a me” con lo sguardo con il quale consiglia noi tutti di essere come loro, se vogliamo entrare nel Regno dei Cieli. Sì, la Giornata Internazionale del Bambino è stata celebrata anche nella nostra Parrocchia, ma non dimentichiamo che questa volta la festa è coincisa con la Festa Nazionale dell’Italia, Paese che ci ospita.            Come di consueto, il programma del settimo giorno della settimana, giorno dedicato al meritato riposo, è iniziato con la Santa Liturgia, celebrata dal nostro caro parroco Serafim VESCAN Iulian. Abbiamo avuto però l’onore di vedere tra i concelebranti padre Vasile GORZO e Mons. Paolo MANCINI, Segretario Generale del Vicariato di Roma.
Nelle sue parole, padre Serafim ha spiegato nuovamente a tutti che, essendoci quest’anno una grande differenza tra la data in cui si celebra la Santa Pasqua secondo il Calendario Gregoriano e quello Giuliano, mentre i cattolici di rito latino sono usciti dal periodo pasquale, i bizantini si trovano nella quinta Domenica, detta della Samaritana.
Mons. Paolo MANCINI è stato colui che ha predicato in questa Domenica. Sua Eccellenza ha iniziato l’omelia, esprimendo la sua gioia di essere tra la nostra comunità, ringraziando padre Serafim per l’invito. Monsignor Paolo conosce il nostro popolo ed il nostro Paese che ha visitato e di cui ammira le bellezze. Anche se noi Romeni ci troviamo lontano da casa, ha sottolineato Mons. Paolo, tuttavia il Verbo di Dio è quello che ci unisce tutti e, riferendosi al Santo Vangelo proclamato questa Domenica, ci fa capire che la vera fame e la vera sete non possono essere spente che da parte di Dio. Il Padre Onnipotente è così umile da chiederci qualcosa di nuovo, a noi povere creature, proprio per dimostrarci che Egli ha cura di ciascuno di noi, così peccatori come siamo, e che nessuno non è lontano da Lui, ma al contrario, tutti gli siamo vicini.
Al termine della Santa Liturgia, padre Serafim ha offerto a Monsignor Paolo MANCINI due regali, quali ricordo della nostra comunità. Uno di essi, ossia un’icona orientale della Madre di Dio con il Bambin Gesù in braccio è stato ricevuto con una grande gioia da Sua Eccellenza, che si è dichiarato appassionato delle icone, motivo per cui ha deciso di benedire con essa i fedeli presenti.
Naturalmente, c’è stata una seconda parte della giornata che si è svolta nel teatro che si trova nell’ambito della Parrocchia San Valentino, al Villaggio Olimpico, dove ai sacerdoti ed ai fedeli che avevano partecipato poco prima alla Santa Liturgia, si sono uniti anche il parroco cella Chiesa di San Valentino, don Maurizio MODUGNO, assieme ai suoi due collaboratori don Stefano e don Oscar, ma anche alcuni rappresentanti dell’Ambasciata Romena di Roma.
Si è celebrato dapprima un Ufficio Funebre, al termine del quale, Sua Eccellenza Mons Paolo MANCINI, ha benedetto sia i presenti sia i cibi che erano stati portati. È seguito un programma artistico, dedicato al Giorno del Bambino, all’apertura del quale è stato intonato l’Inno Nazionale Romeno da un gruppo di bambini che imparano la lingua, la cultura e le tradizioni romene a Roma: presentato dalla Professoressa Signora Ileana LUDUŞAN. Tutti i bambini, che indossavano il nostro bel costume nazionale, hanno recitato poi delle poesie ed hanno intonato alcuni canti patriottici. Il programma artistico si è concluso con „Hai să-ntindem hora mare!”, [Su, allunghiamoci nel grande ballo] con la grande gioia degli spettatori cha hanno iniziato a danzare il ballo detto “Hora”.
Si è cantato poi a tutti i bambini il canto augurale che in romeno suona “ La Mulţi Ani”, questi hanno ricevuto i primi fiori ed i regali da parte delle loro madri, dei fedeli, ma anche di padre Serafim, che ha offerto a ciascuno un libro di preghiere. Altre signore nostre fedeli hanno recitato poi alcune poesie sia in romeno sia in italiano, hanno cantato ed hanno danzato balli popolari romeni, rendendo emozionante la festa e rallegrando il pubblico presente.
Padre Serafim ha fatto una sorpresa piacevole a tutti i presenti perché ha chiesto se vivessero i loro genitori o uno di loro. Con sua grande gioia, la maggioranza ha affermato che i genitori sono vivi. In conclusione, diceva il parroco, anche noi, gli adulti, siamo a nostra volta dei bambini e diamo gioia ai nostri genitori. Così, i piccoli ed i grandi si sono sentiti tutti bambini e quindi festeggiati in questo giorno, e nello stesso tempo, ritornando bambini, abbiamo sentito che abbiamo compiuto il consiglio dato dal Salvatore per entrare nel Regno dei Cieli. Anche Papa Giovanni Paolo II, alla venerabile età di 83 anni, in occasione della Giornata Internazionale della Gioventù, che si era tenuta a Roma, dichiarò che anche lui si sentiva giovane.
Alla fine, Padre Serafim ha annunziato che il prossimo pellegrinaggio si svolgerà il 29-30 Giugno 2013 a San Giovanni Rotondo, al sepolcro di Padre Pio.
Tutto si è concluso, come c’era da aspettarselo con la soddisfazione del gusto, non solo della vista e dell’udito, quindi con una doviziosa agape, che comprendeva leccornie tradizionali romene.
          
Traduzione in italiano: prof. Giuseppe Munarini
Ion CONSTANŢA

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.