Română | Italiano
HomeNotizie201310 Settembre: Ostiglia: consacrata la chiesa dedicata al rito bizantino
Archivio foto
Anno: 2019 » Evento: Il Cardinale Bassetti in visita alla comunità romena » Titolo: 11616.jpg

Anno: 2019

Evento: Il Cardinale Bassetti in visita alla comunità romena

Titolo: 11616.jpg

Notizie

Ostiglia: consacrata la chiesa dedicata al rito bizantino

Ostiglia: consacrata la chiesa dedicata al rito bizantino

Circa 700 persone, due vescovi ed oltre 25 sacerdoti hanno partecipato alla consacrazione della chiesa di culto greco-cattolico romeno. Si tratta della cappella dedicata a Sant'Antonio dell'ex ospedale Belfanti che è stata adattata per il culto bizantino grazie al lavoro di padre Andrei Meseşan, parroco della comunità romena e di molti volontari. La cerimonia è iniziata con una processione che dalla parrocchiale di Ostiglia ha portato il vescovo di Oradea Mare (Romania) Virgil Bercea e quello di Mantova Roberto Busti, alla chiesa bizantina. Poi la messa secondo il rito greco-cattolico. Bercea ha donato a Busti un "engolpion", immagine sacra della Madonna che portano i vescovi bizantini conferendo quindi al parroco, don Bruno Ghiroldi, la dignità della croce pettorale bizantina.
Segni di comunanza ecclesiale che il parroco, padre Andrei, ha ricambiato. «Ringrazio tutti gli ostigliesi e non solo che mi hanno accolto come un fratello e mi hanno sostenuto - a detto - e le autorità che mi hanno aiutato a raggiungere questo obiettivo». Ostiglia è la prima chiesa bizantina romena del Mantovano, a cui fanno capo i greco-cattolici romeni mantovani ma anche del Basso Modenese, del Rodigino e del Basso Veronese. Una seconda cappella sorge a Mantova città.
Andrei Mesesan è in Italia dal 2001 e ad Ostiglia dal 2008. Sposato, come consente la chiesa bizantina, ha un figlio.
Le celebrazioni in rito bizantino si terranno la domenica alle 10.30.
fr. r.

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.