Română | Italiano
HomeNotizie201414 Marzo: Il giorno di 8 marzo festeggiato nella parrocchia Santa Croce di Bologna
Archivio foto
Anno: 2018 » Evento: La liturgia di nuovo inizio per due dei figli della parrocchia di Venezia Mestre » Titolo: 10921.jpg

Anno: 2018

Evento: La liturgia di nuovo inizio per due dei figli della parrocchia di Venezia Mestre

Titolo: 10921.jpg

Notizie

Il giorno di 8 marzo festeggiato nella parrocchia Santa Croce di Bologna

Il giorno di 8 marzo festeggiato nella parrocchia Santa Croce di Bologna

1. L’8 Marzo quando da una parte all’altra del mondo si festeggia la “donna” simbolo della vita, della delicatezza, dell’amore bellezza, del dono di sé. Senza di lei “ vi sarebbe deserto, dolore, tristezza sempre, sotto il sole”, come scrive Traian Dorz.
In questo giorno, i bambini ed i giovani della Chiesa Santa Croce di Bologna, hanno dato vita ad un programma letterario e musicale, ed hanno offerto alle mamme, alle nonne, alle consorti, alle amiche, sorrisi sui volti e gioia nel cuore. I più piccoli hanno recitato con dolcezza versi d’amore e di riconoscenza nei confronti di quella che ha dato loro la vita, di quella che ha vegliato nei primi momenti di vita, di quella che ha insegnato loro a muovere i primi passi, di quella circonda il suo bambino con amore sia quando compie il bene sia quando si abbandona al male.
I più grandi, con il canto e la poesia, hanno espresso i loro pensieri pieni di nostalgia per le loro madri rimaste in Patria “piangendo il loro amor di porta in porta”, accontentandosi perché “la terra qui non profuma di zolla”. Essi riescono ad accorciare la lontananza ed a vincere la nostalgia verso tutto quello che si chiama “di casa” perché le madri hanno loro insegnato come si arrivi nella vita.
Lacrime di gioia e di emozione hanno uniti tutti i presenti. E che cosa di migliore c’è di vedere abbracciati la madre ed il fanciullo, il fratello e la sorella, con amore ed emozione ed i “marţişor”?[Ciondolino di Marzo].
Alla fine, sono stati letti dei versetti della Bibbia che accompagnavano ciascun fiore donato. Questi bei momenti si sono conclusi con un’agape fraterna.
          
*****
          
2. “Ti amo, mamma” ed “Auguri”! Queste sono state le parole che hanno pronunziato i bambini ed i giovani della nostra Parrocchia con le lacrime agli occhi, in occasione dell’8 Marzo.
Ciascuno, grande o piccolo, è convenuto Domenica 9 Marzo nella Chiesa di Santa Croce a Bologna per festeggiare il Giorno della Donna ( Giorno della Mamma). Il programma della festa è stato coordinato dalla professoressa Maria Naum, ed ha avuto inizio subito dopo la celebrazione della Santa Liturgia, con numerosi momenti di recita da parte dei bambini e di quelli più grandi. Possiamo chiederci perché si siano anche loro ricordati delle loro madri che li hanno educati ed allevati e che si trovano in Romania e li attendono caramente a casa. L’atmosfera è stata del tutto particolare, nessuno poteva trattenere le lacrime, perché la parola mamma significa amore e nel contempo, consolazione!
Alla fine del programma, ogni madre, signora o signorina ha ricevuto in dono un “marţişor” o un fiore, che simboleggiava l’apprezzamento e l’amore verso di loro. Dopo questi momenti si è continuato con un’agape fraterna, con i cibi preparati da alcune delle festeggiate!
Il Signore conceda salute a tutte le madri del mondo intero! “TI AMO”, cara e dolce mamma!
          
Traduzione in italiano: prof. Giuseppe Munarini
Invatatoarea Maria Naum / Adrian Jurca

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.