Română | Italiano
HomeNotizie201031 Ottobre: Visita pastorale per i greco-cattolici di Padova
Archivio foto
Anno: 2017 » Evento: Solenne Liturgia greco-cattolica romena a Oderzo » Titolo: 9670.jpg

Anno: 2017

Evento: Solenne Liturgia greco-cattolica romena a Oderzo

Titolo: 9670.jpg

Notizie

Visita pastorale per i greco-cattolici di Padova

Visita pastorale per i greco-cattolici di Padova

Domenica, 31 ottobre 2010, nella chiesa di Padova dedicata a S. Luca, S.E. l’Arcivescovo Antonio Mattiazzo è arrivato in visita pastorale, incontrando qui le comunità greco-cattoliche romena ed ucraina. Per 20 anni, l’Arcivescovo di Padova ha reso visita ad ognuno dei 40 vicariati della Diocesi, intendendo al termine di visitare una ad una pure le comunità etniche presenti nel territorio. L’incontro con i greco-cattolici è stato il primo che aprì l’agenda di queste visite etniche.
Sua Eccellenza è stato accolto con la croce e l’Evangeliario, segno tipico di accoglienza dei Vescovi nelle Chiese dell’Oriente, e poi con una ciambella e gli auguri di benvenuto da parte dei fedeli laici ucraini e romeni. L’Arcivescovo ha presieduto la Divina Liturgia di S. Giovanni Crisostomo in italiano, alla quale hanno dato le risposte in maniera alternativa, nella propria lingua, il coro romeno e quello ucraino.
Nell’omelia, l’Arcivescovo Mattiazzo ha fatto memoria della richezza di spiritualità e di storia che le Chiese Greco-Cattoliche possiedono, ricordando anche il suo contatto personale con questi valori, durante le numerose visite in Romania e in Ucraina. Però i fedeli greco-cattolici, che essendo eredi di queste tradizioni, vengono nell’Occidente, non devono tralasciare il proprio tesoro, lasciandosi affascinare dalla ricchezza materiale occidentale: in questo senso, Sua Eccellenza ha fatto un riferimento al Vangelo appena letto durante la Liturgia, del ricco e del povero Lazzaro, ricordando come l’arricchimento possa essere una via per lo smarrimento del cuore nei confronti di Dio e dei veri valori. Offrendo la sua disponibilità ed il suo ulteriore sostegno affinché queste comunità possano sentirsi come veramente a casa, l’Arcivescovo ha sottolineato l’urgenza dell’organizzazione e del rafforzamento della catechesi e della formazione a tutti i livelli nelle comunità greco-cattoliche di Padova. Non per ultimo, S.E. Mattiazzo ha ringraziato i sacerdoti p. Aetius Pop, p. Andriy Tverdokhlib e p. Cristian Sabău per il lavoro pastorale con i loro connazionali.
Al termine della Divina Liturgia, Sua Eccellenza ha ricevuto quali doni vari oggetti tradizionali tipici del popolo romeno ed ucraino, ed in chiesa, un gruppo ucraino, arrivato da Roma, ha proposto una recita di canti religiosi e popolari.
L’Arcivescovo Mattiazzo, accompagnato dal rappresentante vescovile per la pastorale degli immigrati, d. Elia Ferro, ha incontrato i consigli pastorali delle due comunità partecipanti. In questo modo, il Pastore della Diocesi di Padova ha voluto entrare in contatto con le gioie e le difficoltà concrete che gli immigrati greco-cattolici si trovano ad affrontare. L’incontro si è concluso con la promessa di Sua Eccellenza di partecipare ancora a Liturgie in rito bizantino e di sostenere il più possibile coeste comunità.
Pr. Cristian Sabău

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.