Română | Italiano
HomeNotizie201521 Giugno: La Parrocchia di "San Rocco", Venezia Mestre - in pellegrinaggio a ...
Archivio foto
Anno: 2020 » Evento: Festa della parrocchia Roma Nord e festa dell'Unione del 1859 » Titolo: 11639.jpg

Anno: 2020

Evento: Festa della parrocchia Roma Nord e festa dell'Unione del 1859

Titolo: 11639.jpg

Notizie

La Parrocchia di "San Rocco", Venezia Mestre - in pellegrinaggio a Loreto

La Parrocchia di "San Rocco", Venezia Mestre - in pellegrinaggio a Loreto

Gioia, grazia e fraternità, questi sono i doni con cui siamo ritornati dal pellegrinaggio di fine anno pastorale a Loreto. Il parroco, padre Vasile Barbolovici, come sempre, ci ha condotti sulla via della scoperta del Signore Gesù con la visita di un luogo sacro ove si vive dell’amore sgorgato dalla Divina Liturgia e si contempla l’azione di Dio nella vita dell’Immacolata Concezione di Maria.
Siamo partiti di buon mattino, Sabato 20 Giugno, dalla Stazione delle Corriere di Mestre e siamo giunti, dopo quattro ore di canto, preghiere e meditazione biblica in una casa che ospita i pellegrini, la “Villa Redemptoris Mater”, ove era stato prenotato il nostro soggiorno. Immediatamente, ci siamo avviati verso il Santuario per incontrarci con Stefano D'Amico, la nostra guida ufficiale a Loreto. Egli, per tre ore, ci ha presentato, con bravura ineguagliabile, la basilica della Santa Casa, le cappelle laterali, le sacrestie, il tesoro, il palazzo apostolico ed il museo del santuario.
Sono state tre ore di profonda teologia, di spiritualità, di storia, di devozione mariana, di scoperte tra il pensiero teologico dell’Oriente cristiano e l’arte ricca e diversificata dell’Occidente. Siamo rimasti ammirati dalla bellezza del Santuario, dal modo in cui la pittura, la scultura e l’architettura siano state in grado di raffigurare nelle immagini e nell’uso dei colori il mistero dell’Incarnazione del Figlio di Dio e l’intera preparazione della venuta nel mondo dell’Immacolata Vergine Maria, preparata ed annunziata da tutta la storia dell’Antico Testamento, dai Profeti, dai Santi e dalle Sante.
Con l’animo pieno di nostalgia e di speranza, siamo poi entrati, in fila, uno dopo l’altro, nella piccola Casa della Santa Vergine per rimanere alcuni istanti nel luogo dove la nostra Signora disse “Sì” all’Angelo Gabriele, donando così a noi tutti, la salvezza.
Dopo questa visita alla Casa di Maria siamo saliti in corriera per partecipare alla Divina Liturgia, celebrata dal nostro Parroco nella Parrocchia
“ Santissimo Stefano protomartire”, a Porto Potenza Picena, il cui parroco è don Andrea Bezzini.
I fedeli ed il sacerdote del luogo ci hanno ricevuti con molto affetto ed, assieme, abbiamo potuto celebrare la nostra fede comune in Cristo Signore, cantando brani in italiano, romeno e polacco. Tutti ci siamo sentiti fratelli, sorelle e figli della Madre del Signore
La sera, giunti in albergo, ci siamo riposati un poco e poi ci siamo recati a passeggiare in città, godendo della bellezza del centro medioevale. Il mare si unisce con i monti verdeggianti, il grano, i girasoli e gli alberi caratteristici dell’Italia meridionale, stanno assieme, le strade sono tortuose, le lastre antiche di pietra, i merli e le mura fortificate sembrano proteggere con gelosia questo tesoro unico della Cristianità, la Santa Casa di Maria di Nazareth.
Essendo una giornata estiva e lunga abbiamo potuto vedere tutto inondato dal sole che si accingeva a tramontare e velarsi poi nel silenzio della notte. Nella passeggiata abbiamo avuto il tempo di essere felici assieme, di scherzare, di raccontarci, di conoscerci meglio, di vivere quella comunione tanto importante per la vita di una parrocchia.
Il secondo giorno del pellegrinaggio, domenica 21 Giugno, abbiamo avuto la fortuna di partecipare ad una Santa Messa Pontificale, celebrata da S.E. Mons. Giovanni Tonnucci. Il nostro parroco si è messo alla destra del vescovo celebrante ed indossava i bei paramenti bizantini bianchi della Risurrezione di Gesù. Il coro gregoriano, la bellezza delle celebrazione, la ricchezza delle letture tratte dalla Parola di Dio, le benedizioni impartite dal Vescovo e la moltitudine di pellegrini giunti da ogni luogo, ha fatto sì che vivessimo veramente una giornata del Signore, che avessimo un momento di riposo per i nostri cuori, una gioia che serberemo sempre nel cuore e da cui prenderemo la forza giorno per giorno nella vita, spesso difficile, faticosa, piena di lavoro, necessità e problemi.
Prima della Liturgia abbiamo avuto il tempo di confessare i nostri peccati ai padri cappuccini che ricevevano per le Confessioni i pellegrini. Abbiamo potuto anche fare degli acquisti per portare ai nostri cari che erano rimasti a casa, qualche ricordino della bella città di Loreto. Nel pomeriggio, ci siamo congedati da Suor Teresina ( una suora di 70 anni, trascorsi, consacrando la sua vita nell’Istituto delle Suore di Gesù Salvatore, cui è affidata la casa di Pellegrinaggi, suora che ci aveva ricevuti in questi giorni). Siamo partiti in corriera verso casa. Lungo la via del ritorno il Signor Avram, il nostro cantore, ci ha guidato con il suo canto ricco di poesia per la Madre di Dio. Padre Vasile ci ha dato una sintesi efficace, molto bella, sottolineando l’importanza di questo pellegrinaggio per la nostra vita. Con il pellegrinaggio comune – ha detto il sacerdote- si rafforza la fede in Gesù, si scopre il Suo amore, la Sua presenza nell’Eucarestia, nella Sacra Scrittura. Con il pellegrinaggio cresciamo nell’amore fraterno, ci rafforziamo come comunità cristiana e ci poniamo sotto la protezione di Maria, Madre Immacolata di Gesù, Madre nostra, Madre di tutti.
Lungo il viaggio di ritorno, abbiamo conversato assieme. soffermandoci sugli insegnamenti della fede, legati alla Madre di Dio. Ci siamo rallegrati assieme, scoprendo la ricchezza della nostra Chiesa, indagando con attenzione il Santo Vangelo di Luca, meditando i misteri di gioia del Rosario e studiando il Dogma dell’Immacolata Concezione.
Gloria a Dio per ogni cosa!
          
Traduzione in italiano: prof. Giuseppe Munarini
Ionuţ Blidar

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.