Română | Italiano
HomeNotizie201521 Settembre: Pellegrinaggio a Loreto del gruppo greco-cattolico di Imola
Archivio foto
Anno: 2019 » Evento: Concerto canzoni di Natale e festa Nazionale della Romania presso la Parrocchia Roma – Nord » Titolo: 11604.jpg

Anno: 2019

Evento: Concerto canzoni di Natale e festa Nazionale della Romania presso la Parrocchia Roma – Nord

Titolo: 11604.jpg

Notizie

Pellegrinaggio a Loreto del gruppo greco-cattolico di Imola

Pellegrinaggio a Loreto del gruppo greco-cattolico di Imola

Domenica 20 Settembre 2015, per il sesto anno consecutivo; i membri del gruppo greco-cattolico di Imola hanno partecipato al pellegrinaggio diocesano annuale, organizzato dalla “Pia Unione di Loreto” di Imola, per dar modo ai suoi membri di esternare la devozione verso la Santa Vergine di Loreto. Al pellegrinaggio di quest’anno hanno partecipato 1180 fedeli di tutti i gruppi parrocchiali della Diocesi di Imola.
Se, negli anni passati, il gruppo greco-cattolico era più piccolo e poteva viaggiare in una corriera con altri fedeli italiani; quest’anno, invece, abbiamo avuto la gioia di essere più numerosi e di riempire noi una corriera di 53 posti. Alcuni di questi fedeli hanno partecipato 5 o 6 volte a questo pellegrinaggio, altri sono qui per la prima volta, ma tutti hanno espresso la gioia di partecipare al pellegrinaggio allo scopo di rinnovare la devozione per la S. Vergine e di ringraziarLa per i doni ricevuti sino ad ora.
Giunti a Loreto alle 9,30 abbiamo partecipato, assieme agli altri fedeli italiani della “Pia Unione”, alla processione in piazza della Basilica e poi, alle 10,45 si è entrati in chiesa per partecipare alla Santa Liturgia presieduta Mons. Claudio Stagni, vescovo emerito di Faenza, ecclesiastico che ha guidato il pellegrinaggio.
Nella sua omelia, Mons. Claudio ha sottolineato come i fedeli debbono cercare di imitare l’atteggiamento pieno di umiltà di Maria che aveva concepito in quella casa (portata a Loreto) Gesù, Figlio dell’Altissimo.
"Anche noi entrando qui, in questo luogo sacro, dobbiamo sentirci ricevuti da Dio e dalla Vergine Maria. Questa casa è un segno per noi, ma anche una reliquia preziosa che ci ricorda della vita di famiglia, vissuta da Gesù, Giuseppe e Maria di Nazareth”. "Hic Verbum caro factum est – Qui il Verbo di Dio si fece carne- ha continuato il vescovo, sottolineando che noi sentiamo quella Presenza anche nella celebrazione della Santa Eucarestia ove Gesù viene in modo reale. Noi siamo i piccoli ed i poveri ed abbiamo bisogno di sapere che il nostro Dio ci avvicina in questo mistero e quindi di meravigliarci del Suo grande amore che Egli ci ha dimostrato sia allora sia adesso.”
Al termine della Santa Liturgia , è seguito il pranzo ed un momento per la visita dei luoghi che sorgono presso il santuario. Dalle 14,30 è seguita la seconda parte del pellegrinaggio con la recita comune del Santo Rosario in diverse lingue, tra cui la romena, un momento di adorazione di Gesù e poi la Benedizione eucaristica.
Alla fine è seguito il saluto di Mons. Giovanni Tonnucci, Arcivescovo di Loreto, che ha desiderato ringraziare tutti i fedeli, che hanno riempito la Basilica, per la devozione che dimostrano a Maria. Ha chiesto, nel contempo, di pregare per il prossimo Sinodo per le famiglie che si svolgerà a Roma nel mese di Ottobre, sottolineando che la famiglia è un punto molto importante per la Chiesa e che deve essere sostenuta e difesa dai molti pericoli che cercano di distruggere la sua unità al giorno d’oggi.
Dopo essere passati nella santa Casa ove sono state innalzate altre preghiere, i fedeli hanno ricevuto la Santa Benedizione per loro e per gli oggetti acquistati presso il Santuario quali ricordo.
Durante il viaggio di ritorno verso Imola, sono stati ringraziati il Signore e la Santa Vergine per la bella giornata trascorsa assieme e per le grazie ricevute.
          
Traduzione in italiano: prof. Giuseppe Munarini
P. Tiberiu Sirbu

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.