Română | Italiano
HomeNotizie20152 Novembre: Dio abbia pietà di loro e li perdoni!
Archivio foto
Anno: 2018 » Evento: L'ensemble corale "Voci transilvane" nella comunità di Mestre » Titolo: 10800.jpg

Anno: 2018

Evento: L'ensemble corale "Voci transilvane" nella comunità di Mestre

Titolo: 10800.jpg

Notizie

Dio abbia pietà di loro e li perdoni!

Dio abbia pietà di loro e li perdoni!

Come ogni anno, il I Novembre commemoriamo tutti i nostri cari che si sono addormentati per sempre; quest’anno, però, nella nostra Parrocchia abbiamo pregato non solamente per loro, ma anche per i giovani deceduti nel tragico rogo del Club “Collectiv” di Bucarest.
Dopo la celebrazione della Santa e Divina, è stato celebrato l’Ufficio Funebre che, in romeno si chiama “Parastas”, per i fedeli di Imola, scomparsi qui o nella nostra Patria. Molti fedeli sono restati uniti in questa preghiera per coloro che non sono più con noi fisicamente e che sono andati a ricevere la ricompensa dal Signore per la vita trascorsa in questo mondo.
È doloroso e triste quando muore qualche persona , conosciuta personalmente o no, ma siamo sicuri che la dipartita di loro sia stata prevista da Dio, anche se noi non possiamo capire pienamente PERCHÉ Lui li abbia chiamati al Suo cospetto.
Sappiamo che il Signore desidera che tutti gli uomini si salvino e che promise a Santa Faustina Kowalska, che la misericordia divina è così grande che se un uomo recita con tutta la sua fede il Santo Rosario della Misericordia Divina sarà avvolto, nell’ora della morte, dalla Misericordia di Dio, pur avendo prima commesso numerosi peccati.
Il Signore Gesù è il vincitore della morte ed il Salvatore delle nostre anime ed Egli può fare quello che l’uomo non è in grado di fare, desidera però che noi viviamo una vita da cristiani autentici, come veri figli di Dio. Ci chiede di avere fiducia in Lui e che facciamo quello che Egli ci ha insegnato ossia che ci amiamo, che ci aiutiamo gli uni gli altri, che crediamo nel Padre, che onoriamo Dio con tutto il nostro cuore, con tutta la nostra anima e con tutte le nostre forze.
Per questo, il ricordo di coloro che se ne sono andati per sempre da noi ci possa ricordare che anche noi, un giorno, saremo al cospetto del Signore e riceveremo la ricompensa per le nostre opere, onorando i Santi che sono i nostri modelli concreti del modo in cui si possa vivere la vita cristiana.
Facendo anche noi la carità in ricordo dei nostri defunti ci avviciniamo sempre più al Signore, chiedendo non solo il perdono per i nostri peccati, ma anche le grazie necessarie per condurre una vita cristiana che permetta pure a noi di raggiungere un giorno quel luogo ove non c’è né dolore, né tristezza, ma gioia senza fine.
Traduzione in italiano: prof. Giuseppe Munarini
Pr. Tiberiu Sîrbu

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.