Română | Italiano
HomeNotizie20158 Novembre: Requiem nella Parrocchia di Venezia-Mestre in memoria dei giovani morti a ...
Archivio foto
Anno: 2019 » Evento: ll Sacramento dell'Unzione degli ammalati nella Parrocchia Araceli di Vicenza » Titolo: 11556.jpg

Anno: 2019

Evento: ll Sacramento dell'Unzione degli ammalati nella Parrocchia Araceli di Vicenza

Titolo: 11556.jpg

Notizie

Requiem nella Parrocchia di Venezia-Mestre in memoria dei giovani morti a Bucarest

Requiem nella Parrocchia di Venezia-Mestre in memoria dei giovani morti a Bucarest

Anche noi Romeni che abbiamo deciso di vivere lontano dai nostri cari familiari e dalla Terra avita per guadagnare un pane migliore per noi e per i nostri figli, grazie ai potenti mezzi di comunicazione e di socializzazione, abbiamo saputo della disgrazia abbattutasi nella sera di Venerdì 30 Ottobre e siamo stati profondamente addolorati per le giovani o giovanissime vittime che abbiamo perduto.
L’incendio, provocato dall’errore umano e dalla non ottemperanza degli obblighi da parte dell’amministrazione locale ha causato molte sofferenze, sofferenze che non potranno essere cancellate, segnando le loro vite per sempre. Quindi, anche se viviamo lontano dalla Madre Patria, abbiamo desiderato avvicinarci ed essere solidali e vicini a coloro che sono in lutto, celebrando un Ufficiatura Funebre, detta nella nostra lingua “Parastas”, tutti assieme per la perdita di queste vite che con la giovinezza e la disinvoltura tipica dell’età non porteranno alla società romena l’entusiasmo e la speranza in un futuro migliore.
Nello stesso modo, abbiamo elevato al cielo molte preghiere per coloro che sono stati gravemente feriti, perché il Signore della vita li consoli, per giungere alla cessazione delle sofferenze fisiche e la loro restituzione alle famiglie profondamente messe alla prova. Non possiamo che esprimere espressioni di profonda riconoscenza a tutti coloro che hanno messo a repentaglio la loro vita ed in modo particolare al personale medico delle ambulanze, come pure ai vigili del fuoco ed ai volontari. È stata ammirevole la mobilitazione dei Romeni nei centri di donazione del sangue e del plasma, mobilitazione che ha dimostrato, ancora una volta, che essi non sono indifferenti nei momenti di sofferenza e di prova che i nostri simili ed il nostro prossimo possono attraversare, quindi di solidarietà totale. A loro vada il nostro rispetto e la nostra stima.
Che il Buon Dio faccia riposare in pace coloro che ci hanno lasciato per sempre, ed a coloro che soffrono invii dal Cielo la consolazione e la guarigione fisica e spirituale, perché Lui è “dottore dei nostri spiriti e dei nostri corpi”.
Ai familiari, così provati, arrida il coraggio e la speranza.
Traduzione in italiano: prof. Giuseppe Munarini
P. Vasile Alexandru Barbolovici

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.