Română | Italiano
HomeNotizie201625 Aprile: La prima S. Confessione dei bambini, la Festa del Grande Santo Martire Giorgio ...
Archivio foto
Anno: 2020 » Evento: La consacrazione di Mons. Cristian Dumitru Crişan e di Mons. Călin Ioan Bot » Titolo: 11668.jpg

Anno: 2020

Evento: La consacrazione di Mons. Cristian Dumitru Crişan e di Mons. Călin Ioan Bot

Titolo: 11668.jpg

Notizie

La prima S. Confessione dei bambini, la Festa del Grande Santo Martire Giorgio e le Palme nella Parrocchia di Vicenza

La prima S. Confessione dei bambini, la Festa del Grande Santo Martire Giorgio e le Palme nella Parrocchia di Vicenza

Giornate intense quelle di 23 e 24 aprile nella parrocchia di Vicenza.
Nel giorno della Festa di San Giorgio Martire, 15 bambini della Parrocchia hanno fatto la prima loro confessione davanti sacerdote. È la "prima generazione" di bambini rumeni della parrocchia nati in Italia e che, tra gli anni 2007-2008, hanno ricevuto il battesimo nella nostra parrocchia. Com’è noto, secondo la tradizione bizantina, assieme al battesimo i bambini ricevono anche gli altri sacramenti dell'iniziazione cristiana: la Confermazione e l'Eucaristia, e dopo, il quarto sacramento, quello della penitenza, lo ricevono quando sono coscienti dei peccati commessi.
Uscendo dalla sede della Santa Confessione si poteva percepire la gioia che veniva dai loro cuori puri e che si rifletteva nei loro volti sereni. La gioia è stata amplificata dal fatto che sei di loro hanno scelto di essere chierichetti alla domenica.
Perciò, dopo aver fatto confessione, è seguita la partecipazione alla comunione. Se fino ad ora, questi bambini ricevevano settimanalmente la Santa Comunione alla Messa domenicale, ora, per la prima volta, si sono confessati prima di ricevere l’Eucaristia, cosa che sarà ripetuta continuamente d’ora in poi ogni volta che sentiranno di aver commesso peccati.
Della preparazione dei bambini si è occupata con abnegazione la “preoteasa” prof. Monica Salanschi, alla quale, dopo la cerimonia di festa, il parroco don Raimondo Salanschi ed i genitori dei bambini hanno ringraziato per il tempo che ha dedicato per la formazione di questi bambini.
Siamo convinti che questi bambini saranno fedeli degni, buoni e pii e si avvicineranno sempre più alla confessione e alla comunione per la loro corretta crescita, per la saggezza e per la vita pura, testimoniando Cristo con e in tutta la loro vita.
Un altro aspetto del giorno 23 aprile è stato il fatto che, quest'anno, la festa di San Giorgio ha corrisposto con il Sabato della Resurrezione di Lazzaro dai morti, occasione in cui, secondo la tradizione, al termine della Divina Liturgia è stata celebrata un requiem per i morti nel Signore.
Viva è stata anche la giornata di aprile 24: la Domenica delle Palme.
Il mattino presto i fedeli sono venuti per riconciliarsi con Dio nel sacramento della Santa Confessione. Quindi, è seguito il mattutino, durante il quale sono stati benedetti i rami di ulivo e divisi ai credenti che, come gli abitanti di Gerusalemme durante l’Ingresso di Gesù, li tenevano in mano durante la Messa.
Come si può osservare nel servizio fotografico, ad entrambi gli eventi la partecipazione era numerosa.
Al termine della cerimonia, dopo l’annuncio del programma liturgico per la Settimana Santa, la maggior parte dei presenti, assieme al parroco e alla sua famiglia, si è recata nella Sala delle badanti, dove hanno pranzato insieme.
Grazie al Buon Dio per tutto!
Biroul de Presă / Ufficio Stampa

 

Eventi foto collegati a questa notizia

Per inviare una notizia, si prega di utilizzare questo  formulario.